Link building: cos’è e come fare SEO off page

Link building

Vuoi promuoverti online SENZA buttare soldi?

Affida a me il tuo WEB Marketing!

Di che cosa ti parlerò in questo articolo

La link building è una pratica fondamentale nel campo dell’ottimizzazione SEO. Il valore e la qualità dei link che da altri siti web rimandano al tuo influenzano in modo considerevole il posizionamento sui motori di ricerca.

In questo articolo, insieme a Adriana Longhitano (Head of SEO di Stratego Swat) e Celeste Priore (Head of Link Building) , analizzeremo: che cos’è la link building e quale impatto ha sulle attività SEO, i diversi tipi di link esterni e le strategie per ottimizzare il profilo backlink del tuo sito.

Che cos’è la Link Building? Significato e definizione

La link building è l’attività che permette di ottenere collegamenti, sotto forma di link, che da altri siti web rimandano al tuo. Questi collegamenti influenzano il posizionamento del sito nelle SERP (pagine dei risultati dei motori di ricerca).

Più backlink di alta qualità un sito ha, maggiori sono le probabilità di ottenere un ranking (posizionamento) elevato nei risultati dei motori di ricerca.

Perché fare Link Building?

La link building si inserisce all’interno della strategia SEO, attività che permette di posizionare una pagina web tra i primi risultati di Google per le parole chiave che riguardano un dato servizio o prodotto.

I principali vantaggi della SEO e della link buiding sono:

  • Miglior visibilità online: La SEO consente al tuo sito di essere più visibile e ben posizionato nei risultati di ricerca, aumentando la sua esposizione verso il pubblico interessato.
  • Aumento del traffico di qualità: Ottimizzando il sito web per le parole chiave rilevanti, aumenti il numero di visite da potenziali clienti interessati ai tuoi servizi/prodotti.
  • Credibilità e autorevolezza: Un sito che appare tra i primi risultati di ricerca è considerato più affidabile e autorevole agli occhi degli utenti, aumentando la fiducia nel tuo brand.
  • Risultati a lungo termine: A differenza di alcune tattiche di marketing a breve termine, una strategia SEO ben pianificata può portare a risultati duraturi e continui nel tempo.
  • Minore dipendenza dai canali pubblicitari: Un sito ben posizionato organicamente permette di ridurre la dipendenza dagli annunci a pagamento e ti consente di mantenere una presenza online costante anche se non investi in traffico a pagamento (o se il tuo account pubblicitario viene bloccato).

In sintesi: essere ben posizionati su Google grazie alla SEO è come avere un negozio sulla piazza principale della tua città. La posizione non basta a farti diventare il leader di settore, ma di certo ti darà un gran vantaggio.

SEO off-site e SEO on-site

La SEO, per essere completa, deve includere sia strategie di SEO On Site che Off Site.

Le attività di ottimizzazione SEO On Site riguardano tutte le ottimizzazioni che vengono fatte all’interno di un sito web, mentre le attività Off Site (tra cui rientra la link building) riguardano le azioni intraprese per ottenere link che da altri siti rimandano al tuo.

Entrambe le strategie sono cruciali per il successo di un sito web nei motori di ricerca.

I principali elementi della SEO onsite sono:

  • Contenuto SEO di qualità: Creare contenuti originali, rilevanti e informativi ottimizzati per le keyword target.
  • Struttura del sito: Garantire una struttura ben organizzata, con URL semplici, una navigazione intuitiva e un’architettura logica.
  • Ottimizzazione delle keyword: Utilizzare le parole chiave in modo strategico nel meta title, nei tag H1, nei meta tag e nei contenuti.
  • Performance: le performance sono un elemento tecnico da considerare dal punto vista SEO. Tra queste la velocità del sito è preponderante perché incide in modo diretto sul posizionamento e sull’esperienza dell’utente.
  • Internal linking: l’internal linking riguarda la creazione di collegamenti strategici tra le diverse pagine del tuo sito web. Questi collegamenti interni devono essere ben strutturati e pertinenti, facilitando la navigazione dell’utente attraverso il sito e distribuendo l’autorità delle pagine in modo equilibrato.

I backlinks (o link in entrata), invece, sono link provenienti da un sito che puntano ad un altro e sono l’elemento più importante della SEO off-site o link building.

Link building e SEO sono due facce della stessa medaglia: la link building senza una strategia SEO difficilmente porterà risultati soddisfacenti. Allo stesso modo, l’attività di SEO senza una link building mirata impiegherà molto più tempo a raggiungere gli obiettivi di:

  • posizionamento in SERP
  • traffico da parte di utenti potenzialmente interessati
  • vendita finale dei tuoi prodotti/servizi

E ti dirò di più: In molti casi, nei settori più competitivi, senza backlink il sito non riuscirà a posizionarsi!

A questo punto potresti chiederti: In che modo Google decide la posizione da dare alle pagine? La risposta è attraverso i fattori di ranking.

Cosa sono i fattori di ranking di Google?

I fattori di ranking sono gli elementi che Google utilizza per decidere quale posizione assegnare a una pagina web. Si ipotizza che quelli utilizzati da Google siano oltre i 200, ma non è mai stato dichiarato quanti e quali siano i fattori di ranking ufficiali.

Di certo, stando ai più accreditati portali di informazione sulla SEO, i backlinks sono tra i fattori che più influenzano il posizionamento di un sito web su Google.

I motori di ricerca come Google, infatti, valutano la qualità dei backlink in base a diversi fattori, tra cui l’autorevolezza del sito di origine, la pertinenza del contenuto e la naturalezza dei collegamenti. I backlink provenienti da siti autorevoli e correlati al tema del sito di destinazione sono considerati più preziosi e hanno un impatto maggiore sul posizionamento nei motori di ricerca.

Di seguito alcuni studi condotti dai più più accreditati portali di informazione sulla SEO e il Digital Marketing.

link building
Backlinko.com – Google’s 200 Ranking Factors: The Complete List
link building
SEO factors 2024 – FirstPageSage.com

link buidling
Monster Insights – SEO factor 2024

Come funziona il processo di indicizzazione di Google?

L’indicizzazione di Google è il processo che permette al motore di ricerca di raccogliere, analizzare e archiviare i dati sulle pagine web.

Inizia con la scoperta da parte del motore di ricerca di nuove pagine, che può avvenire tramite link da siti già indicizzati, tramite la segnalazione dell’url tramite Google Search Console o per via del crawling automatico.

Successivamente, i crawler di Google (cioè i software utilizzati per elaborare e indicizzare i contenuti delle pagine web) esaminano queste pagine e ne estraggono le informazioni che vengono poi inserite nel database. In base al contenuto, alle parole chiave, alla struttura del sito e ad altri elementi, come appunto i backlink, decidono che posizione dare alla pagina.

In fase di ricerca da parte dell’utente, gli algoritmi di Google cercano nel proprio indice le pagine più rilevanti basandosi su vari fattori, tra cui la qualità del contenuto e l’autorità del sito, per determinarne il posizionamento nei risultati di ricerca.

Come viene valutata l’autorità di un dominio?

L’autorità di un dominio si basa su vari fattori che ne definiscono la reputazione e l’influenza online. Tra questi, i backlink di qualità da siti autorevoli sono cruciali, poiché segnalano a Google la rilevanza e l’alta qualità dei contenuti.

Anche una struttura del sito ben organizzata e contenuti originali e pertinenti giocano un ruolo importante nell’incrementare l’autorità.

La storia del dominio, con una presenza stabile e coerenza tematica nel tempo, contribuisce positivamente, così come i segnali di fiducia quali certificati di sicurezza e informazioni di contatto verificabili.

Infine, una presenza attiva e riconosciuta sui social media può ulteriormente rafforzare l’autorità di un dominio, grazie alla condivisione e apprezzamento dei suoi contenuti. Questi elementi, insieme, creano una base solida per la reputazione online di un sito.

Per indicizzare un sito e posizionarlo efficacemente nei risultati di ricerca, Google valuta il suo valore non soltanto in base agli elementi interni (SEO on-site), ma anche considerando fattori esterni (SEO off-site) che ne aumentano l’autorità.

Tra questi, il ruolo dei backlink è fondamentale. Questi link rappresentano una testimonianza della rilevanza e dell’affidabilità del sito agli occhi del motore di ricerca, contribuendo significativamente al suo posizionamento.

Come valutare un backlink: qualità vs quantità

È importante sottolineare che la qualità dei backlink è prioritaria rispetto alla quantità. Anche se un grande numero di backlink può sembrare vantaggioso, i motori di ricerca valutano soprattutto la qualità e la rilevanza dei collegamenti.

È preferibile avere pochi backlink da siti autorevoli piuttosto che molti backlink da siti di bassa qualità.

La varietà nei tipi di backlink e il loro impatto

Esistono diversi tipi di backlink, tra cui advertorial, guest post, comunicati stampa, link nei commenti e link all’interno di contenuti editoriali.

Una varietà di backlink, provenienti da diverse fonti e contesti, contribuisce a creare un profilo backlink equilibrato e naturale agli occhi dei motori di ricerca.

La forza di un backlink dipende da vari fattori, tra cui l’autorità del sito di origine, la pertinenza del collegamento e la presenza di etichette “nofollow” o “follow”.

La differenza tra link “nofollow” e “follow”

I link “nofollow” non trasferiscono autorità al sito di destinazione e non vengono seguiti dai motori di ricerca. Tuttavia, possono comunque essere utili per aumentare indirettamente la visibilità del sito e generare traffico.

I link “follow”, invece, trasferiscono valore al sito linkato e sono considerati voti di fiducia che influenzano direttamente il posizionamento del sito nelle SERP.

Come fare link building

Quindi, come fare link building in modo efficace?

Per ottenere risultati ottimali , è importante adottare la giusta strategia. Vediamo alcuni passaggi chiave:

  • Determinare gli Obiettivi: l’aumento del traffico del sito web, della visibilità del marchio, o del ranking sui motori di ricerca
  • Fare una ricerca competente: studiare i concorrenti e capire dove e come stanno ottenendo i loro backlink.
  • Creare Contenuti di Qualità: i contenuti di alta qualità sulla pagina da spingere, così da incoraggiare sia i motori di ricerca all’indicizzazione, sia altri utenti condividerlo
  • Outreach: raggiungere blogger, influencer e proprietari di siti web per chiedere se sono interessati a condividere i contenuti o a inserire un link
  • Monitoraggio e analisi: monitorare i risultati della strategia e verificare quali tecniche stanno funzionando e quali potrebbero aver bisogno di essere migliorate.

Tra le altre cose da considerare anche l’utilizzo di anchor text (cioè il testo su cui viene inserito il link) diverse e le pagine di destinazione devono essere varie.

Per osservare i risultati della tua strategia di backlink ci vuole tempo. Il tempo necessario può variare in base a fattori come: la competitività del settore, la qualità del contenuto pubblicato e le specifiche tecniche del sito web.

Non vedrai risultati immediati, poiché i motori di ricerca devono prima scoprire, indicizzare i nuovi backlink, determinare come questi nuovi link influiranno sul posizionamento nei risultati di ricerca. Potrebbe essere necessario attendere da 3 a 6 mesi per cominciare a vedere un miglioramento nel posizionamento.

Inoltre, un solo backlink non è sufficiente. Per competere con gli altri siti e avere un impatto a lungo termine, avrai bisogno di molti backlink di qualità per creare un buon profilo backlink per il tuo sito.

L’ottimizzazione del profilo backlink

Proprio per questo, il profilo backlink di un sito è fondamentale all’interno della tua strategia di link building.

Tuttavia, non tutti i link sono creati uguali. Alcuni possono essere molto utili, altri meno e alcuni possono addirittura essere dannosi. Pertanto, la strategia di link building deve essere condotta con una profonda conoscenza e consapevolezza.

In base alle variazioni del nostro profilo backlink, ci sarà una conseguente variazione nell’attività del sito. Ad esempio, se improvvisamente interrompiamo la nostra strategia di link building è prevedibile che il nostro sito riceverà meno traffico rispetto a prima.

Questo perché i bot dei motori di ricerca analizzano costantemente il profilo backlink per attribuire un valore a quella risorsa. Quindi, se il profilo backlink cambia, cambierà anche l’impatto della link building.

Infine, è fondamentale monitorare e ottimizzare costantemente il profilo backlink del proprio sito. Ciò include la rimozione di backlink dannosi o non pertinenti, la diversificazione delle fonti di backlink e l’aggiornamento delle strategie in base alle best practice SEO.

Aumento del traffico tramite backlink

Di seguito, attraverso due casi di studio, ti evidenziamo l’incremento della quantità di backlink di qualità possa portare a un aumento significativo del traffico su un sito web.

Utilizzando il software di analisi Ahrefs, viene evidenziata la correlazione tra l’aumento dei domini che linkano al sito (linea blu) e l’aumento medio del traffico organico (linea arancione).

link building

La crescita parallela di questi due indicatori ci suggerisce che una strategia di link building efficace può portare a miglioramenti tangibili in termini di visibilità e traffico sul sito.

link building

Come si misura il successo della Link Building?

Per misurare la qualità della nostra strategia di link building, possiamo affidarci a diversi parametri.

In primis, la quantità di backlink che il nostro sito ha guadagnato. Di seguito, la qualità di questi backlink, poichè come abbiamo detto non tutti sono ugualmente preziosi e tutto dipende da dove arrivano.

Un altro dato utile – come visto sopra- è l’aumento di traffico che si genera nel nostro sito. Conseguentemente abbiamo il miglioramento della posizione nei motori di ricerca e infine, la conversione degli utenti in effettivi clienti, tramite vendite o iscrizioni.

Quanto costa la Link Building?

Fare link building è un processo continuo e non una tattica una tantum. Questo perchè la link building ha un impatto a lungo termine, potenzialmente infinito, che viene influenzato dalla competizione sul mercato.

Questo implica che è necessario un continuo lavoro di link building per poter competere con gli altri.

La link building ha un costo ed è determinato da vari fattori, tra cui la competitività del settore e la fornitura di backlink.

Mentre è possibile ottenere backlink attraverso l’outreach a blogger, influencer o proprietari di siti web, la via più veloce ed efficace è spesso quella di acquistare i link da testate giornalistiche, blog di nicchia o agenzie specializzate nella link building.

In conclusione, la link building rimane uno degli aspetti più critici della SEO e può fare la differenza tra il successo e il fallimento di un sito web

Concentrandosi sulla creazione di backlink di alta qualità, pertinenti e diversificati, è possibile migliorare significativamente il posizionamento nei motori di ricerca e aumentare il traffico organico (e le vendite) del proprio sito.

Non ci credi? Ascolta le testimonianze dei clienti soddisfatti dei nostri servizio di SEO e Link building:

Credi che la SEO possa essere una risorsa per la tua azienda? Contattaci qui 👇

Invia la tua richiesta!

- sarai richiamato entro 24 ore -

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vedi anche...

Compila il form e
iscriviti alla Newsletter!

Questo sito è protetto da reCAPTCHA e sono applicate le Privacy Policy e i Termini di servizio di Google.