I lookalike o pubblici simi sono uno strumento molto utile sia per fare campagne di lead generation su Facebook Ads che per la vendita diretta tramite la piattaforma social.

In questo post cercheremo di risolvere alcuni dei dubbi più comuni relativi ai pubblici lookalike di Facebook, cioè i pubblici simili che si creano tramite il Business Manager a partire da un audience di base. 

Cosa vuol dire LAL?

Per i non addetti al lavoro “LAL” è la sigla di “lookalike”, cioè il pubblico che Facebook ci permette di creare partendo da una base dati

Ad esempio, abbiamo una lista di 1000 clienti di cui possediamo anche il numero di telefono e l’indirizzo e-mail, da caricare su Facebook. Lo strumento cercherà quelle persone sul social e poi troverà persone simili a clienti che gli abbiamo fornito attraverso la base di dati. 

Come creare un pubblico simile su Facebook?

Il procedimento per creare un pubblici simile su Facebook è molto semplice. Vediamo insieme come fare:

  1. Vai sulla voce “Gruppi di pubblico”
  2. Clicca su “Crea pubblico” e scegli “pubblico simile”
  3. Scegli l’origine da cui l’algoritmo deve partire per creare un pubblico simile (ad esempio una lista contatti, gli utenti che hanno già interagito con i contenuti della tua pagina, ecc…)
  4. Seleziona l’area geografica in cui creare la tua audience lookalike
  5. Scegli la dimensione del pubblico
  6. Clicca su “Crea Pubblico”

Qual è il metodo migliore per creare le Lookalike su Facebook?

I pubblici simili si possono creare in tanti modi. Con quali ci troviamo meglio? Al momento la lookalike che prediligiamo è quella che si realizza a partire da una lista contatti.

Ciò perché a causa delle restrizioni sui tracciamenti generate da iOS 14, Facebook per creare le lookalike deve avere una migliore qualità e una maggiore quantità di dati

Viceversa, minori quantità e qualità di dati comportano performance peggiori. Fornendo alla piattaforma liste di clienti profilati i risultati migliorano, poiché Facebook è facilitato nella ricerca delle corrispondenze.

Poi, se dovessimo fare una classifica, il secondo posto sarebbe sicuramente il pubblico simile alle persone che hanno interagito con la pagina o i post della pagina.

In alternativa, il lookalike sulla fanbase (cioè le persone che seguono o hanno messo mi piace alla pagina) offre ottimi risultati.

Naturalmente le performance dipendono dalla qualità della base dati

Supponiamo che la lista caricata su Facebook raccolga i dati di 10 mila clienti che hanno acquistato i nostri prodotti o servizi per un valore di un milione di euro. È chiaro che la qualità e la quantità di quei dati può solo portare a dei risultati eccezionali. 

Vantaggi e svantaggi di usare le Lookalike nel remarketing

In merito al retargeting e al remarketing bisogna poi fare ulteriori considerazioni. Possiamo creare un pubblico simile a partire da:

  1. tutti coloro i quali hanno interagito con la pagina o con i suoi post;
  2. tutti i visitatori del sito (tutte le pagine o alcune pagine in particolare).

Se però non ci sono molte interazioni oppure il sito raccoglie pochi utenti che lo visitano per 5 secondi e poi abbandonano la pagina, allora il pubblico di partenza non può essere di qualità.

Ecco perché se hai una lista di partenza con dati di qualità quella è la prima scelta per la realizzazione di LAL performanti. Come sempre però ogni pubblico va testato per poter trarre delle conclusioni.

Quale dimensione minima deve avere una lista contatti per poter creare una lookalike audience?

Facebook ha bisogno di almeno 500 corrispondenze. Per corrispondenze si intende che la piattaforma deve trovare almeno 500 persone presenti su Facebook. Ciò significa che devi fornire al social almeno 1000 contatti affinché l’algoritmo possa trovare un numero sufficiente di corrispondenze. 

Il pubblico di partenza minimo quindi deve essere di almeno 1000 contatti. Naturalmente più grande è la base di dati, migliori saranno le probabilità che Facebook crei un pubblico simile di qualità.

Ricapitolando, a partire da una lista di 1000 email, Facebook cercherà quelle email all’interno della piattaforma. Tutte le email che non trova corrispondenti a un utente non saranno conteggiate. 

Pertanto, raccogliere sempre più dati circa i tuoi clienti è la mossa giusta per costruire lookalike di qualità. Non fermarti alla sola e-mail, acquisisci anche numero di telefono e altri dettagli utili.

Per saperne di più, leggi il mio articolo su come targettizzare su Facebook.

*****************************************
Pensavi anche tu a Facebook per promuovere la tua azienda ma NON sai da dove partire?
Puoi contattare noi di Stratego Swat, la mia agenzia di Digital Marketing.

Se pensavi che Facebook può essere uno strumento adatto a promuovere la tua azienda, ma non sai bene da dove partire e a chi affidarti, contattaci da qui.

Ne parleremo insieme per verificare se e come Facebook può esserti utile, aiutandoti magari ad evitare di buttar via soldi e tempo.
*****************************************